Sentiero 119

    119 - Breno, Chiesa di San Martino, Preda de l’Altar

    Percorso: sentiero, mulattiera e stradine asfaltate, in un ambiente di media montagna. Difficoltà: facile
    Lunghezza: km 10,9
    Dislivello in salita: mt. 575
    Periodo: tutto l’anno
    Tempo: per il giro completo circa ore 3,45
    Accesso: da via Corno del Cerreto - Ostello
    Segnavia: bianco e rosso del C.A.I. - sentiero N° 119

    È una tranquilla passeggiata tra boschi cedui e castagni e prati accompagnati da scorci sul Pizzo Badile, sul Baitone nel gruppo dell’Adamello, sulla Con­carena. Partendo dall’Ostello di via Corno del Cerreto, da dove inizia anche il sentiero N° 118, il cui percorso per un tratto coincide con questo, si lasciano alle spalle il canale SEM attraversato da un piccolo ponte e via Brodolini. Dopo un altro brevissimo tratto di asfalto, la strada si restringe, diventa vera mulattiera. Si prosegue in leggera salita, fino a quando i due sentieri (118-119) si separano. Prendendo a destra si prosegue fino ad arrivare a Ca dei Gabì; proseguendo, per circa 200 metri, si giunge nuovamente sulla strada asfaltata del Cerreto immersa nel bosco che ci accompagna. Lasciato l’asfalto, lungo un sentiero pianeggiante tra bosco e prato, si giunge al Vial de la Quaresma. Si prose­gue sempre a destra, alternando leggeri strappi in salita a tratti pianeggianti, su una bella mulattiera fino alla Chiesetta di “San Martino”. Continuando a destra sul sentiero comodo, si sopraggiunge alla soleggiata e amena Val de Cap, dove, passando dietro alle case, lo stretto sentiero si inerpica nel fitto bosco, su un tracciato ben segnalato. La Preda de l’Altar, ci apparirà poco dopo, su un piccolo dosso circondata da roverelle e larici. Il prato, il bosco, il silenzio e la vista sull’Alta Guardia e sulla valle di Campolaro propiziano il meritato riposo. Discendiamo per lo stesso sentiero fino alla Chiesetta di San Martino e, lasciandola sulla destra, proseguiamo diritto in direzione di Astrio, alle prime case si terrà la sinistra per imboccare a sinistra, al bivio delle Quater Strade, la vecchia e ormai poco percorsa Comunale per Breno. Dopo un tratto, si costeggia il depuratore della frazione di Astrio e successivamente sulla destra la “Casina de la pora” (cascina della paura) giungendo così a Pescarzo. Si attraversa la frazione e, dopo essersi dissetati alla fontana paesana, incrociata la statale, si imbocca il sentiero che parte sul lato destro e che per un tratto sconnesso ci riporta, sulla strada asfaltata, all’iniziale via Corno del Cerreto. Si conclude così, in poco più di tre ore, una piacevole passeggiata che, a pochi minuti dal centro cittadino, ci ha portati in mezzo al profumo di verdi boschi e di campagne ben coltivate per una salutare boccata di calma e di tranquillità.

    cartina con tracciato - tracciato gps .gpx - traciato gps .kmz (google)

    << torna all'elenco dei sentieri

    © 2017 CAI Breno. Sito realizzato da Digima

    Please publish modules in offcanvas position.